Come imparare a giocare a golf

admin
aprile 14, 2016

2Il golf è uno sport che è molto conosciuto nel mondo. Inoltre, essendo un’attività che si pratica non in spazi chiusi, offre anche l’opportunità di stringere legami di amicizia.
Per sapere come imparare a giocare a golf, bisogna seguire dei consigli, che di seguito andrò ad elencare.

1 – Innanzitutto bisogna frequentare delle lezioni con un istruttore di golf qualificato. E’ necessario che quest’ultimo possieda un certificato WGTF o PGA.
Chi è alle prime armi con il golf può seguire delle lezioni di gruppo, con altre persone, oppure può comprare dei pacchetti appositi, che permettono di riparmiare molti soldi.
Prima di iniziare con una lezione collettiva, comunque, è meglio che chi si avvicina a questo sport, inizi ad impararlo, frequentando una lezione individuale. In questa lezione, sicuramente, il principiante imparerà le basi del golf. In particolare, gli verrà insegnato da un professionista come mantenere una postura del corpo corretta, come tenere in mano la mazza e la tecnica dello swing

2 – Il secondo passo, per conoscere come imparare a giocare a golf, poi, è quello di acquistare un set di mazze, anche non nuove. Questo set deve comprendere ferri 5,7,9, pitching wedge/sand wedge, un putter e tre legni. Le mazze devono essere, inoltre, scelte in maniera accurata, per non incorrere in determinati inconvenienti, come avere le piaghe alle mani.

3 – Terzo passo per imparare a giocare a golf è conoscere le regole di questo sport e la sua etichetta. Per praticare il golf bisogna imparare e fare propri anche i suoi valori. Questi valori sono il rispetto, l’onestà e l’onore. Per trovare le regole del golf, poi, basta andare sul sito USGA, dove si può trovare un regolamento completo del golf. E’ necessario leggere bene queste regole e studiarle.
Per quanto concerne l’etichetta, essa prevede il vestirsi secondo le regole del campo, il non dialogare, mentre gli altri tirano la pallina, il non mettersi davanti o dietro il tiratore che sta per effettuare il suo colpo, e non mettersi nella direzione di tiro degli altri.
In caso di dubbi sul regolamento del golf e sull’etichetta, si consiglia anche al neofita di rivolgersi ad un esperto che può rispondere a tutte le sue domande.

4 – Il quarto consiglio, quindi, consta nel fatto che la scelta del proprio maestro di golf deve essere accurata. Solo successivamente, si può iniziare a frequentare le sue lezioni e chiedere se ci sono dei pacchetti che offrono degli sconti.

5 – Dopo aver scelto il proprio maestro di golf, quest’ultimo mostrerà al principiante, in maniera pratica, come apprendere le basi del golf. In particolare, il professionista insegnerà come fare un putt, come porsi davanti alla palla, come effettuare uno swing e come tenere stretta in mano la mazza.
Il principiante del golf, inoltre, può imparare a giocare a questo sport, non solo con lezioni pratiche, ma anche utilizzando, in contemporanea, altri metodi. Tra questi metodi ci sono la lettura di libri specializzati sul golf e la visione di alcuni filmati.

6 – E’ auspicabile, inoltre, che chi sta imparando a giocare a golf, prima di entrare in un campo vero e proprio, vada ad esercitarsi in un driving range, vale a dire un campo pratica. In un driving range, il principiante potrà imparare a prendere confidenza con i tiri e le mazze e conoscere le traiettorie medie delle mazze e le distanze.
Perciò, facendo esperienza nel driving range, si può essere successivamente pronti ad andare in un campo vero e proprio di golf.

7 – Spesso chi sta imparando a giocare a golf, all’inizio, non riesce ad effettuare dei tiri lunghi oppure non ha molto tempo libero da dedicare agli allenamenti. Proprio per questi motivi, potrebbe scegliere, per esercitarsi, dei percorsi brevi con nove buche e provarli più volte.

8 – Infine, chi sta imparando a giocare a golf deve rendersi conto che deve allenarsi ad effettuare dei tiri non solo lunghi, ma anche brevi. E’ infatti di vitale importanza riuscire a imparare ad effettuare degli short game, quando si sta sul green. Inoltre, in ogni singolo campo, è necessario usare il putter almeno 30 volte e in un round medio bisogna usare il driver anche 15 volte. Il tiro corto è anche d’aiuto per avere un handicap basso.

Comments are closed !